Progetto MUSICA e SOCIETA’ Attività di strumento musicale – Fondi Sociali Europei

Suonare in orchestra è molto più che fare musica, significa collaborare per il raggiungimento di un risultato, valorizzando le competenze di ciascuno.

Avatar utente

Sabina Davì

Docente e funzione strumentale

0

AVVISO DI PUBBLICAZIONE

Sono aperte le iscrizioni per i laboratori orchestrali per le classi  TERZE, QUARTE E QUINTE del Circolo – “Operazione Rif. PA 2023-20402/RER/26  approvata dalla Regione Emilia-Romagna con DGR n.1879/2023 e cofinanziata con risorse del Fondo sociale europeo Plus

soggetto attuatore Associazione Culturale Mikrokosmos,Titolo operazione: Musica e Società.

 

Suonare in orchestra è molto più che fare musica, significa collaborare per il raggiungimento di un risultato, valorizzando le competenze di ciascuno. La musica di insieme promuove l’inclusione e il contrasto alla povertà educativa, prevede un accesso libero e gratuito e pari opportunità. Punta a ottenere sviluppo nei comportamenti di condivisione, partecipazione, socializzazione e inclusività.

Per le iscrizioni è necessario:

  • compilare il modulo d’iscrizione;
  • sottoscrivere la scheda beneficiari.

Entrambi presenti sul sito del Settimo Circolo Didattico di Piacenza e consegnarli ai docenti di classe entro il giorno 10 gennaio 2024.

Sono previsti 30 posti che saranno individuati secondo i criteri sotto declinati. Le attività inizieranno sabato 13 gennaio 2024, e si svolgeranno di sabato dalle ore 10.30 alle ore 12 presso la scuola Caduti sul lavoro di Piacenza, e  di giovedì dalle  ore 16.30  alle ore 18.00 presso la Scuola Renzo Pezzani di Piacenza.

 

CRITERI PER LA SELEZIONE DEL GRUPPO DEI PARTECIPANTI

 

  1. Pari opportunità, cioè tutti i bambini/e, ragazzi/e delle classi che sono state indicate come platea cui viene rivolta l’esperienza possono chiedere l’adesione e possono essere ammessi a partecipare;
  2. Non verrà fatta nessuna discriminazione per qualsivoglia ragione, né selezioni preventive in positivo (si favoriscono i più competenti) o in negativo (si evita di inserire chi ha più difficoltà);
  3. Attenzione particolare a creare un gruppo che favorisca l’inclusione dei soggetti in difficoltà per qualunque motivo, e dei soggetti con bisogni speciali;
  4. Nel caso le adesioni superassero il numero massimo ritenuto congruo rispetto al finanziamento, si potrà valutare un adattamento dei presupposti didattici al fine di accogliere quante più persone, ma senza sacrificare la qualità della proposta formativa.

Documenti